Al via a Marcellinara il compostaggio domestico della frazione organica

Entro il 16 settembre sarà possibile richiedere gratuitamente la compostiera domestica per migliorare la raccolta permettendo al flusso di smaltimento di diventare risorsa fertilizzante

di Redazione
5 settembre 2019
15:37
110 condivisioni

È ormai prossimo all’avvio nel comune di Marcellinara il compostaggio domestico della frazione organica dei rifiuti  (scarti di cucina, cibo e sfalci di giardinaggio), quale azione virtuosa per migliorare la raccolta, sottraendo tali rifiuti al normale flusso di smaltimento attraverso la trasformazione in fertilizzante. Infatti, entro il 16 settembre prossimo, i cittadini del comune di Marcellinara potranno richiedere, attraverso l’apposito modello, che è possibile compilare e scaricare dal sito internet istituzionale www.comunemarcellinara.it oppure  direttamente  presso gli uffici uomunali, la concessione, in comodato d’uso gratuito, delle compostiere domestiche.

 

«Come avevamo ampiamente spiegato in campagna elettorale e poi inserito nelle linee programmatiche di mandato – ha evidenziato il sindaco Vittorio Scerbo – nostro obiettivo primario è quello di perseguire, nell'ambito dei rifiuti, la strada coraggiosa dell'economia circolare degli stessi per trasformare il rifiuto in risorsa. La situazione di emergenza di questi giorni impone, tra l'altro, l'avvio di una strategia di responsabilità sui rifiuti che spinga a scelte nuove per aprirsi, nel caso, un piccolo spiraglio. Il compostaggio domestico è il primo passo – ha proseguito il sindaco Vittorio Scerbo – e successivamente insieme al compostaggio di comunità si può fornire un valido strumento per auto-smaltire “in loco”  la quota più consistente dei rifiuti urbani, che è appunto la frazione organica. In questo modo, è chiaro che diventa fondamentale, come elemento incentivante, premiare i cittadini virtuosi con le riduzioni da applicare sulla tariffa dei rifiuti».

 

Il compostaggio domestico  altro non è che attuare ciò che la natura fa da sempre, cioè riciclare la sostanza organica non più utile e restituirla in forma di humus. Il progetto del comune di Marcellinara è stato approvato e finanziato dalla Regione Calabria nell’ambito del Por Calabria Fesr-Fse 2014-2020 e prevede la pratica del compostaggio domestico e la relativa riduzione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani per le utenze domestiche presenti sul territorio comunale oggetto di sperimentazione e che si attiveranno nella corretta pratica del compostaggio domestico.

 

L’amministrazione comunale realizzerà, a seguito delle assegnazioni delle compostiere domestiche, un calendario di incontri formativi specifici finalizzati al corretto uso delle stesse. Le prime indicazioni operative contenute nell’avviso pubblico per l’assegnazione delle compostiere spiegano le condizioni necessarie minime per poter avanzare richiesta. I contenitori per il compostaggio domestico, infatti, dovranno essere posizionati all’aperto e poggiare su suolo naturale, preferibilmente all’ombra di un albero, così che l’attività di degradazione non sia disturbata dall’eccessivo essiccamento durante la stagione estiva e dai cali di temperatura durante la stagione fredda. I contenitori per il compostaggio domestico dovranno, inoltre, essere posizionati ad una distanza adeguata dai confini con altre proprietà, scegliendo, con tutte le precauzioni del caso, un sito sufficientemente lontano da porte o finestre delle altrui abitazioni.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio