Lamezia, piazza Mazzini tra degrado e spreco di denaro pubblico - VIDEO

Risse, rifiuti e bagni pubblici chiusi al pubblico da sempre. I commercianti sono esasperati: «Nessun controllo»

di Tiziana Bagnato
giovedì 14 giugno 2018
13:39
18 condivisioni

Bagni nuovi e mai inaugurati. Sono quelli che si trovano in Piazza Maria Maggiore, accanto a Piazza Mazzini a Lamezia Terme. Adiacenti, insomma, alla Piazza di cui è noto proprio il forte odore di urina, mentre i commercianti sono esasperati dalle richieste continue di utilizzare i loro servizi. Il tutto mentre i bagni pubblici rimangono chiusi a chiave. L’ennesimo spreco di denaro pubblico in una città che di servizi ha fame. «Il bagno è una latrina. C’è un via vai continuo di persone che chiedono di utilizzarle- ci dice una barista – e fa rabbia che i bagni ci siano, anche nuovi e non possano essere aperti».

 


La piazza è stata riqualificata nel 2014 con, tra l’altro, non poche proteste da alcuni comitati nati ad hoc per sollevare come il progetto approvato andasse a stravolgere completamente l’impianto originario, lasciando di fatti solo la storica fontana.Una fontana oggi divorata dalle alghe e in cui i pesci rossi annaspano in un’acqua torbida e piena di rifiuti. Il tutto mentre le risse, specie tra extracomunitari, sono continue, il bivacco, anche di senza tetto, è la prassi. C’è chi nelle fontane si lava, chi la svuota cercando spiccoli. E poi c’è il parco giochi. Un luogo abbandonato a se stesso con erba alta e piena di insetti. «Non c’è nessun tipo di controllo. Succede di tutto – dice un commerciante - Speravamo che con la riqualificazione cambiasse qualcosa ma così non è stato. C’è da avere paura». Anche la pavimentazione è già completamente saltata, il parcheggio interno la sera viene completamente occupato in barba a qualunque tipo di indicazione. I commercianti sono esasperati.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Tiziana Bagnato
Giornalista
Lametina, laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Giornalismo alla Lumsa di Roma, Tiziana Bagnato ha sempre affiancato la carta stampata all’ambito televisivo. Dopo aver lavorato nell’emittente regionale Calabria Tv e per diversi anni per il quotidiano Calabria Ora, poi L’Ora della Calabria, è approdata nell’emittente St Television e sul quotidiano Il Garantista di cui è ancora firma. 

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: