Di Maio: «Censire i rom su base razziale? Non si può fare»

Così il ministro del Lavoro nel corso di una trasmissione televisiva: «Ci sono altri censimenti politici da fare: il primo è quello dei raccomandati nella pubblica amministrazione»

giovedì 21 giugno 2018
12:28
7 condivisioni
Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

La questione del censimento su base razziale non si può fare. Qualcuno dice «ma l'ha già fatto il Pd in alcuni comuni. Io proprio dal Pd non prenderei mai ad esempio, mai. Detto questo se invece si vuol assicurare sicurezza per quanto riguarda i campi rom, che sono molto spesso fuori controllo, ed abbiamo problemi per le condizioni dei bambini troverà nel M5S sempre la disponibilità». Queste la parole di Luigi di Maio, ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, ad Agorà RaiTre.


«Non censire i rom ma i raccomandati della pubblica amministrazione. Anche quelli in Rai». Afferma ancora Luigi Di Maio ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta. «Ci sono altri censimenti politici da fare: il primo è quello dei raccomandati della Pa e tra questi anche quelli che ci sono in questa azienda, la Rai», ha detto il vicepremier a Bruno Vespa. Aggiungendo subito dopo: «Nessuna azione intimidatoria però se c’e governo del cambiamento dobbiamo ristabilire un pò di meritocrazia».

 

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: