Catanzaro, seconda bocciatura per il titolare dell'ex lido La Pineta

Il consiglio di Stato ha confermato la sentenza del Tar Calabria rigettando la richiesta di annullamento del permesso a costruire rilaasciato dal Comune

di Luana  Costa
mercoledì 6 giugno 2018
13:42
5 condivisioni

E' arrivata anche la seconda bocciatura per il proprietario dell'ex stabilimento balneare "La Pineta" di Catanzaro. Il Consiglio di Stato ha questa mattina nuovamente rigettato, in precedenza lo aveva fatto lo stesso Tar Calabria, la richiesta di annullamento della sospensione del permesso a costruire propedeutico alla realizzazione dello stabilimento balneare nel quartiere marinaro.

 

 

La società Mini aveva infatti acquistato nel 2006 il lido "La Pineta" sborsando 160mila euro e l'anno successivo aveva ottenuto dal Comune il permesso a costruire per ristrutturare lo stabilimento balneare. Nel corso dell'esecuzione dei lavori, nel 2008, Palazzo De Nobili aveva sospeso però l'autorizzazione a causa del mancato rinnovo della concessione demaniale. 

 

 

E da qui che ha avvio il lungo contenzioso in sede amministrativa che, percorsi i due gradi di giudizio, si è concluso questa mattina quando i giudici di Palazzo Spada hanno sostanzialmente confermato la sentenza del Tar Calabria. Alla tesi sulla proroga automatica delle concessioni demaniali marittime disposte dal legislatore italiano fino al 31 dicembre del 2020 sostenuta dal proprietario dello stabilimento balneare, il Consiglio di Stato ha opposto l'illegittimità della procedura che "determinando una disparità di trattamento tra operatori economici violano i principi del diritto comunitario in tema di libertà di stabilimento e tutela della concorrenza".

 

Luana Costa

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: