Tutela della fauna, in Aspromonte torna il Festival dei rondoni

La manifestazione cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza degli uccelli insettivori e sul loro ruolo per la salute dell’uomo

di Redazione
venerdì 22 giugno 2018
10:15
28 condivisioni

Torna il festival dei rondoni. A livello nazionale questa manifestazione, che si pone l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sull’importanza degli uccelli insettivori e sul loro ruolo per la nostra salute, è giunta alla sesta edizione, mentre per il Parco dell’Aspromonte è già il secondo anno, dopo il positivo esordio dello scorso anno a Bova, primo evento di questa genere organizzato in Calabria.

 

E proprio da Bova si riparte nel 2018, sabato 23 giugno, alle 17.30, presso la Biblioteca “Mosino” del Museo della lingua greco-calabra Gerhard Rohlfs; dopo i saluti del sindaco Santo Casile e del presidente del Parco Giuseppe Bombino, si comincerà ad affrontare i temi che caratterizzano l’iniziativa, che interessa, in contemporanea, decine e decine di località italiane ed europee, unite dal desiderio di occuparsi di “Rondoni & Divertimento”: parlare dunque di tutela della fauna, affiancando eventi piacevoli e coinvolgenti per il pubblico di tutte le età.

Saranno il direttore del Parco Sergio Tralongo e le guide ufficiali Giuseppe Martino e Andrea Ciulla, prima in aula, poi all’aperto, a guidare i partecipanti in una piacevole “passeggiata a rondoni” (swifts walk) per le vie del borgo aspromontano, che si concluderà in piazza con un aperitivo finale. E il Festival dei Rondoni in Aspromonte non finisce qui: domenica 24 giugno, dalle 10 alle 12.30, sarà piazza XX Settembre a Ciminà ad ospitare le iniziative di sensibilizzazione. Il centro storico vedrà le Guide Ufficiali del Parco presenti, questa volta con un punto informativo, destinato ad avvicinare il pubblico a queste interessanti tematiche. Anche in questo caso, un aperitivo saluterà i partecipanti. Entrambe le iniziative sono state accolte e sostenute dai due sindaci Santo Casile (Bova) e Giusy Caruso (Ciminà), ai quali va il ringraziamento dell’Ente Parco.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: