OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Sport

SUPERLEGA | La Callipo pensa già al return match. Barone: “A Vibo mi aspetto una bolgia”

A suonare la carica il centrale di Palmi e l’opposto Michalovic. Mercoledì serve una vittoria per allungare la serie

di Alessio Bompasso
lunedì 6 marzo 2017
17:20
1 condivisioni

Tutto rimandato al return match. Al PalaValentia. Mercoledì. Quando in Calabria sbarcherà la corazzata Civitanova. La formazione imbattibile dell’ex Blengini che ci ha messo poco più di un’ora per sbarazzarsi della Tonno Callipo e mettere in tasca gara 1 dei play off contro i giallorossi.

 

O si vince o si è fuori. Troppo forte la Lube davanti al suo pubblico. Troppo molle Vibo bloccata dalle bordate marchigiane. Pesantissima l’assenza di “Batou” Geiler in posto 4. Una casella fondamentale nello scacchiere di coach Kantor che il tecnico giallorosso proverà a recuperare per la sfida di mercoledì. Quando la Callipo sarà chiamata ad allungare la serie con un successo. Altrimenti sarà “game over” sui play off.

 

Rocco Barone: “Si potevamo fare qualcosa in più, c’è rammarico perché stasera non abbiamo dimostrato di poter giocare una buona pallavolo. Non è una questione di appagamento, ci manca un giocatore importante come Geiler, ma non dev’essere un alibi. Mercoledì sarà durissima, ma contiamo di fare una prestazione diversa. Dovremo avere un altro tipo di reazione perché oggi siamo stati timidi e poco reattivi e ci prepariamo per mercoledì perché dovremo giocare una battaglia”.

 

Peter Michalovic: “Civitanova ha meritato di vincere, hanno battuto bene e Sokolov ha giocato una gran partita. Nei primi due set non siamo riusciti ad esprimerci al meglio ed è giusto che l’allenatore abbia provato qualche cambio nel terzo set. Ora ci proviamo mercoledì davanti al nostro pubblico in un palazzetto caldo. Dobbiamo migliorare la nostra battuta e la nostra ricezione”.

 

Alessio Bompasso

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
VOLLEY A2 | Soverato supera l’ex Secchi
Prossimo Articolo
BASKET | Viola, ultime carte per la salvezza
Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: