OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Sport

SERIE C | La strana giornata degli allenatori calabresi

Dalla gioia di Agenore Maurizi, alle lacrime di Fontana, Erra e Trocini. Il primo ha perso il posto. Il secondo ed il terzo (ancora) no

di Alessio Bompasso
lunedì 25 settembre 2017
11:50
2 condivisioni

Mai avvio così nefasto. Almeno in Serie C. Il Cosenza non balla e Gaetano Fontana viene esonerato. Impossibile, d’altronde, frenare l’ira dei tifosi silani dopo l’inizio thriller da tre sconfitte e due pareggi e dopo soprattutto la scoppola beccata a Siracusa. Una partita strana. Che il Cosenza aveva praticamente in mano, dopo il doppio vantaggio siglato in appena tredici minuti. A rovinare la festa e far sbalzare fuori la panchina Fontana ci ha pensato, ironia della sorte, il suo ex pupillo Sandomenico, l’uomo della “remuntada” biancoazzurra dopo il pareggio firmato Grillo e Catania. I possibili sostituti: Galderisi, Padalino e Braglia.

 

L’ultimo sarebbe vicino anche al Catanzaro che dopo le te sberle contro il Lecce potrebbe salutare Alessandro Erra. Almeno questo è quello che chiede una parte della tifoseria giallorossa al presidente Noto. Tuttavia, salvo clamorosi sviluppi e nuovi capitomboli, il trainer di Salerno non è a rischio. Almeno per il momento.

 

Al pari di Bruno Trocini, tecnico del Rende. La sua è stata un’altra domenica nera. Ma in linea con gli obiettivi stagionali. Il terzo kappaò di fila biancorosso porta la firma del Francavilla. La squadra che sabato prossimo ospiterà la Reggina reduce dal blitz a domicilio di Fondi. Un successo che porta il nome ed il cognome di Agenore Maurizi. Il tecnico dal "coltello" poco affilato ma dal "manico" concreto. Insieme alla capolista Monopoli la formazione dello Stretto ha inanellato la più lunga striscia di risultati utili consecutivi in questo avvio. Un caso? Ai posteri l’ardua sentenza.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
SERIE A | Crotone-Benevento 2-0: prima vittoria dell’anno per i pitagorici
Prossimo Articolo
SERIE D | Quarta giornata: comanda sempre l’Ercolanese ma attenzione all’Igea di Simone Fioretti…da Soveria Mannelli
Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: