OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Sport

LEGA PRO | Quando lo sport unisce

Per la seconda volta, il Cosenza calcio aderisce alla “Giornata del migrante”

di Maria Chiara Sigillò
mercoledì 15 marzo 2017
10:57
1 condivisioni

“Welcome Refugees” è il nome del progetto al quale la società silana tiene molto e condivide appieno. Nel prossimo turno, contro la Juve Stabia, infatti, il Cosenza ospiterà i migranti che hanno aderito all’iniziativa.

 

Un segnale forte e chiaro: lo sport può e deve dare tanto soprattutto nel sociale. Il calcio sano, quello bello che dice no alle divisioni.

 

Un tema spesso ignorato dal calcio, quello dell’accoglienza e dell’integrazione. E infatti sono poche le società italiane professioniste che aderiscono. Il Cosenza è tra i pochi a rispondere “presente”.

 

Maria Chiara Sigillò

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
SUPERLEGA | La Tonno Callipo prepara i play off contro Ravenna
Prossimo Articolo
CALCIO VIOLENTO | Il Catanzaro rischia grosso dopo i fatti di Melfi
Maria Chiara Sigillò
Giornalista
Maria Chiara Sigillò, è nata nel 1988, giornalista pubblicista dal 2015.   La sua passione è da sempre lo sport, soprattutto da quando - trasferitasi a Torino dopo il Liceo - inizia a collaborare con periodici piemontesi di settore.   Nella città della Mole, dal 2010 al 2013, ha collaborato con il Corriere Sportivo, girando per i campi di tutti i campionati dilettantistici regionali. Nel 2013, dopo la prima gavetta a bordo campo, il salto di qualità sul piano della formazione. Frequenta infatti un workshop di giornalismo sportivo a Milano, che si tiene in un’aula davvero ambita e speciale: gli studi televisivi di Sportitalia.   Nell'estate dello stesso anno “indossa la casacca” di Sprint Sport, una testata giornalistica che ha sedi in Piemonte e Lombardia.   Nel 2015, decide di rientrare nella sua Terra. Inizia quindi a collaborare con il Quotidiano della Calabria, come corrispondente dal Vibonese.   Nello stesso anno entra a far parte della squadra di LaCnews24: ingaggiata come stagista, ora è una colonna della redazione sportiva. Modelli a cui si ispira? Monica Vanali, e anche Ilaria D'Amico, ma, assicura: “Ho già trovato il mio Gigi Buffon”.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: