OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Sport

CALCIO | Retrocessione? Dalla Serie A alla Lega Pro è una questione soprattutto calabrese

Per il Crotone speranze ormai sfumate. Mentre in terza serie Vibonese, Reggina e Catanzaro possono giocarsi qualche altra chance. Ma una di loro retrocederà. E’ statistica

di Alessio Bompasso
martedì 21 marzo 2017
10:24
2 condivisioni

“S” come salvezza. Ma anche come speranza. Tanto in serie A quanto in Lega Pro. E se nel massimo torneo  il Crotone ha praticamente sciupato tutte le chance per accorciare sull’Empoli e restare aggrappato così all’olimpo del calcio, in terza serie le occasioni per mantenere la categoria sono ancora diverse. Tuttavia bisogna fare i conti con i numeri. Partendo dal numero di formazioni calabresi inserite nella lotta per non retrocedere. Su cinque che rischiano la retrocessione tre sono calabresi. Sappiamo già da adesso quindi, salvo clamorosi sviluppi, che nella migliore delle ipotesi almeno 1 squadra di casa nostra dovrà conquistarsi la salvezza con le unghie e con i denti passando quantomeno dai play out. Non si scappa. E’ “S”tatistica. 

 

Chi rischia di più, evidentemente, è la Vibonese oggi cenerentola del torneo a -3 dal Melfi, resuscitata dalla cura Diana, A -7 dalla zona salvezza. Non una cima irraggiungibile ma abbastanza difficile ad otto partite dal gong. Hanno più chance Reggina e Catanzaro, che di passi per uscire dall’inferno dovrebbero farne appena due ad oggi. Taranto Akragas, Monopoli e Messina permettendo, ovviamente. Tutte squadre date per spacciate ma ancora lì a giocarsi il tutto e per tutto. Come le calabresi. Meglio delle calabresi. Lasciando cosi aperte le porte alla “S”peranza e alla “S”alvezza.

 

Alessio Bompasso

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
BASKET | Viola, esonerato Paternoster
Prossimo Articolo
Lega Pro, designati gli arbitri della 31ª giornata
Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: