OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Sanità

Chiusura Ospedale di Praia a Mare: il Consiglio di Stato annulla il decreto di Scura

Lo ha annunciato l’onorevole Vincenza Bruno Bossio che ha aggiunto: «L'urgenza del l'attuazione della sentenza è dettata dal fatto che la chiusura dell'ospedale ha privato le popolazioni di una vasta aerea territoriale della fascia tirrenica calabrese dei servizi sanitari essenziali»

lunedì 13 marzo 2017
20:25
13 condivisioni
L’onorevole Vincenza Bruno Bossio
L’onorevole Vincenza Bruno Bossio

Il Consiglio di Stato ha definitivamente annullato il decreto con il quale il commissario Scura ha chiuso l'ospedale di Praia a Mare. Il Consiglio di Stato con l'odierna sentenza ha disposto invece la nomina di un commissario ad acta per la riapertura del nosocomio di Praia a partire dall'immediata attivazione del Pronto Soccorso e progressivamente di tutti gli altri servizi previsti.

 

Lo comunica con una nota diffusa alla stampa l’onorevole Vincenza Bruno Bossio.

 

«Sarebbe auspicabile ora non una burocratica attuazione di questa sentenza ma una risoluta azione amministrativa. Mi auguro – aggiunge la Bossio - che si pervenga rapidamente alla revisione degli atti di programmazione dell'attuale rete ospedaliera regionale». E in merito a Scura precisa: «Il commissario prenda atto della bocciatura e recepisca tempestivamente il dispositivo della sentenza del Consiglio di Stato e metta in condizione l'Azienda Sanitaria Provinciale, di adempiere alle necessarie e coerenti iniziative di propria competenza. Ogni tentativo dilatorio si prefigurerebbe come dolosa omissione».

 

«Anche per questo come parlamentari del Pd calabrese ci rivolgeremo al Ministero della Salute affinché venga esercitata una efficace ed adeguata azione di vigilanza istituzionale. L'urgenza del l'attuazione della sentenza è dettata dal fatto che la chiusura dell'ospedale ha privato le popolazioni di una vasta aerea territoriale della fascia tirrenica calabrese dei servizi sanitari essenziali. Infatti l'ospedale – continua - non è stato sostituito nè da una casa della salute, nè da altri servizi capaci di garantire gli interventi di cura primari ed emergenziali. La chiusura dell'ospedale di Praia a mare ha negato i LEA, ha contribuito all'aumento della mobilità Sanitaria passiva e ad aggravare la spesa a carico delle casse regionali».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Idee e progetti con il crowdfunding: a Paola due giorni di workshop
Prossimo Articolo
Cosimo Allera, l’uomo che dà vita al ferro

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: