OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Politica

Catanzaro, fornitura acqua: 19 milioni di debito verso la Regione

L’amministrazione comunale ha stipulato una transazione rateizzando gli importi per i prossimi vent’anni

lunedì 20 marzo 2017
15:10
1 condivisioni

La partita che riguarda il pagamento delle somme riferibili alla fornitura dell’acqua è tutt’altro che chiusa per il comune di Catanzaro. Lo scorso maggio il dipartimento Infrastrutture, Lavori pubblici e Mobilità della Regione Calabria ha infatti messo a punto una ricognizione dei residui attivi nel bilancio regionale tirando le somme dei crediti che questa ancora vanta nei confronti dei comuni per la fornitura dell’acqua nel periodo che va dal 1981 al 2004.

 

Dalla verifica è saltato fuori un debito di 19 milioni di euro maturato da Palazzo De Nobili a partire dal 1997 fino al 2004 e a cui adesso si cerca di mettere una toppa. Il bilancio comunale non è infatti nelle condizioni di sostenere un simile esborso ragion per cui venerdì scorso la giunta si è riunita per approvare un “piano di estinzione del debito per la somministrazione idropotabile per il periodo 1981-2004”. In particolare, la delibera altro non è se non una transazione concordata con il dipartimento regionale attraverso cui il comune riconosce il valore dell’importo – per mesi contestato – impegnandosi a saldare il debito nei prossimi anni.

 

In sintesi, il Comune ha chiesto la rateizzazione del debito spalmandolo in vent’anni: a partire dal 2017 e fino al 2036 Palazzo De Nobili dovrà versare entro il 31 dicembre di ogni anno un importo pari a 950mila euro accettando la clausola che prevede il decadimento del beneficio nel caso in cui si verifichi il mancato pagamento di due rate consecutivamente.

 

Luana Costa

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Idee e progetti con il crowdfunding: a Paola due giorni di workshop
Prossimo Articolo
Violenza sessuale, un arresto a Sant’Eufemia d’Aspromonte
Luana  Costa
Luana  Costa
Giornalista

Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.

 

Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.

 

Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: