OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Pasquale Motta

LaC e l’Auditel | Primi in Calabria con il valore di essere Network

LaC Tv è la televisione più vista in Calabria. Crescita uniforme dell’ascolto in tutte le fasce orarie e per tutti i format, dall’informazione all’intrattenimento. Un dato che, letto insieme ai dati del web, ci consente di poter tranquillamente affermare che ogni giorno il nostro network raggiunge centinaia di migliaia di calabresi e non solo

mercoledì 13 settembre 2017
19:15
96 condivisioni
LaC Tv
LaC Tv

L’ultimo dato auditel indica che la LaC Tv è la televisione più vista in Calabria. Quasi 100 mila i contatti nel mese di Agosto. Nel network messo in campo dal nostro editore, Domenico Maduli, dopo aver registrato numeri importanti sul web, circa 5 milioni di pagine visitate su Lacnews24.it e Ilvibonese.it, oggi, si aggiunge anche il successo della rete TV. Un dato che, letto insieme ai dati del web, ci consente di poter tranquillamente affermare che ogni giorno il nostro network raggiunge centinaia di migliaia di calabresi e non solo. La crescita dell’ascolto TV si verifica in tutte le fasce orarie, per tutti i format, da quelli dell’informazione a quelli d’intrattenimento, evidente segno della crescita della credibilità e del prestigio di tutta la programmazione televisiva. E’ un dato, e come tutti i dati è continuamente sottoposto a variabili e oscillazioni. E’ un dato e va cavalcato per migliorarlo ancora e, noi lo faremo.

 

Da oggi inizia la sfida più dura

E tuttavia, il nostro network, da oggi si colloca tra i più grandi poli della comunicazione calabrese. Sia chiaro, per noi non rappresenta assolutamente un punto di arrivo, anzi, è l’inizio di una sfida più ambiziosa e più dura: andare oltre, continuare a innovare, non stare fermi. In sostanza, è questa la formula che ha consentito innanzitutto al nostro editore di portare questa rete ai risultati di oggi. Quando il presidente Maduli acquistò la società di Rete K, una società agonizzante e piena di debiti, un noto imprenditore gli diede le “condoglianze”, a distanza di 3 anni, Maduli, riceve gli auguri generalizzati da parte di tutti. Tra l’inizio di questa avventura e i dati di oggi, la ferma convinzione del nostro editore e che noi abbiamo sempre condiviso: dimostrare che oltre alla Calabria che racconta cose negative, ce n’è un’altra, invece, che testimonia fattivamente una Calabria nella quale si possono costruire cose buone.

 

Per questi motivi, non possiamo nascondere la nostra gioia, la nostra emozione, la nostra soddisfazione per i dati di oggi e non sarebbe stato giusto rifugiarsi dietro la sobrietà di una semplice presa d’atto del dato, anche perché, un tale risultato è il frutto del lavoro dell’editore, di un management, di una squadra di professionisti di altissimo livello. Una squadra fatta di uomini e donne che condividono lavoro, emozioni, amarezze, soddisfazioni e, dunque, devono sentirsi protagonisti nella condivisione dei risultati.

 

Siamo un network

Siamo un network, la nostra azienda editoriale e la nostra direzione strategica della comunicazione non si stancano mai di ripetercelo. Un network è qualcosa di diverso di una semplice Tv, di una semplice testata giornalistica. Siamo un complesso sistema di comunicazione i cui segmenti cercano di soddisfare un mercato altrettanto complesso di lettori e ascoltatori. Diverse testate, diversi direttori, ognuno responsabile del suo segmento, i quali lavorano con un obiettivo comune: la crescita complessiva del sistema. Questo modello è stato costruito guardando ad eccellenze nazionali ed europee. A queste esperienze continueremo a guardare, proponendo il nostro modello d’informazione e di comunicazione. E non ci fermeremo qui. Ci saranno altre sorprese, altre novità, in Tv e sulla rete. Il mondo della comunicazione contemporanea, infatti, è in costante e continua evoluzione e, dunque, non possiamo fermarci.

 

Grazie ai protagonisti della crescita del Network

Per tutto ciò, ci sentiamo di ringraziare oltre il nostre editore, Domenico Maduli, la nostra direttrice generale, Maria Grazia Falduto, la direzione strategica della comunicazione nelle Persone di Giovanni De Luca e Giovanni Gaglianone, il nostro direttore di rete Franco Cilurzo, il nostro direttore del Palinsesto Francesco Occhiuzzi (un vero stratega nella programmazione del Palinsesto), i direttori delle testate Giornalistiche del Network, di cui mi onoro di fare parte, tutti i colleghi giornalisti e corrispondenti e poi i nostri straordinari tecnici, operatori, grafici; senza di loro, nulla sarebbe possibile. Un ringraziamento particolare va ad un straordinario professionista dell’intrattenimento, Pino Gigliotti, il suo format ha fatto la differenza e anche questo è un dato di fatto.

 

Infine, una piccola annotazione fatalista. La nostra sede è collocata ad un tiro di schioppo del bivio per il Monte Poro, un luogo dove si produce un’eccellenza dell’agroalimentare calabrese: il formaggio del “monte Poro”. A questa eccellenza, da oggi se ne aggiunge un’altra: il network LaC, il network dei calabresi.

 

Pasquale Motta

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Gentile dà Scacco Matto a destra e sinistra
Prossimo Articolo
A Cantiere Calabria buoni propositi ma pochi fatti

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: