OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Le Storie

La tartaruga marina Ohana torna in libertà

Dopo le cure presso il CRTM – Centro Recupero Tartarughe Marine di Brancaleone l’esemplare di Caretta Caretta è ritornata al suo habitat naturale

di Cristina Iannuzzi
sabato 5 novembre 2016
15:26
Condividi

Una giornata di festa e di grande emozione per la comunità di Pizzo che ha assistito al ritorno in mare della tartaruga marina Ohana. Oltre 300 persone, di cui 200 alunni delle scuole, il sindaco di Pizzo Gianluca Callipo, la Capitaneria di Porto di Vibo Marina,hanno voluto sostenere Ohana, insieme ai volontari del CRTM e alla Giacinto Callipo Conserve Alimentari, mentre lentamente riprendeva la via del mare.

 

 

Ritrovata ad Amantea lo scorso agosto, la tartaruga della specie protetta Caretta Caretta, che pesa 40kg e misura 90cm,è rimasta oltre 3 mesi presso il CRTM - Centro Recupero Tartarughe Marine di Brancaleone (RC)- dove è stata curata per la frattura del carapace dovuta ad una collisione con un’imbarcazione.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
A Pizzo in scena lo “Strati Festival”
Prossimo Articolo
A Paravati l’anniversario dell’arrivo della statua del “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime”
Cristina Iannuzzi
Giornalista
Cristina Iannuzzi è nata a Castrovillari (Cs) il 05/10/1977.Vive a Vibo Valentia dal 1992. E' cresciuta  a pane e televisione. La sua attività inizia sin dagli anni giovanili a Rete Kalabria, prima come speaker, poi come conduttrice e successivamente come giornalista di cronaca e d'inchiesta.  Tra le sue trasmissioni di maggior successo figurano i reportage dalle zone alluvionate delle Marinate di Vibo Marina, dove è stata tra le prime ad arrivare e a lanciare le prime immagini e i  servizi sulla rivolta  degli extra comunitari di Rosarno. Negli anni he anche collaborato alla "Gazzetta del Sud" e ad alcuni  periodici locali. Le principali regole del suo lavoro quotidiano sul fronte dell'informazione sono  la ricerca delle verità e della notizia.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: