OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cultura e Spettacolo

Unical, Leonetti: «La Metro tranvia opera strategica»

Il senatore accademico dell’Unical affronta la questione: «Il sindaco di Cosenza non può ostacolare la costruzione di una infrastruttura che porterà vantaggi enormi per tutti»

lunedì 23 gennaio 2017
16:32
1 condivisioni
Leonetti, Senato Accademico
Leonetti, Senato Accademico

«Metro tranvia opera strategica per l’Università della Calabria. Da troppi anni ascoltiamo il solito ritornello del mancato rapporto tra ateneo e territorio.  Adesso abbiamo l’opportunità di avvicinare il polmone intellettuale della parte Nord della Calabria con l’area urbana».

E’ quanto afferma Michele Leonetti, senatore accademico dell’Unical, primo eletto nella storia dell’Ateneo superando 1500 voti,  presidente dell’associazione studentesca “Sud”.

 

«Il sindaco di Cosenza – sostiene Michele Leonetti - non può ostacolare la costruzione di una infrastruttura che porterà vantaggi enormi per tutti. La Metro tranvia Unical-Rende-Cosenza-Savuto si concilia perfettamente con l’idea di rendere Viale Parco uno spazio verde e, al contempo, vettore di sviluppo dell’area urbana da Nord a Sud»

 

«Ho seguito – sottolinea il senatore accademico Leonetti - con attenzione il dibattito sul centro storico di Cosenza,  i problemi di degrado sociale e urbanistico con cui devono fare i conti i suoi abitanti. Eppure, la parte vecchia della città potrebbe essere il luogo dove molti studenti del nostro ateneo potrebbero abitare, vivere insieme a quella comunità e portare idee e cultura. Ma serve un collegamento veloce che consenta ai ragazzi e ai docenti di raggiungere in pochi minuti l’Università della Calabria. Quelle due fermate nel centro storico possono dare un impulso vero, concreto, pratico alla rinascita della parte vecchia della città. I vantaggi non sono solo per gli studenti, ma soprattutto per i residenti che possono affittare le molte abitazioni ora disabitate. Per non parlare delle attività commerciali».

 

Con gli studenti – precisa Michele Leonetti - dell’Unical discutiamo spesso di quante opportunità possa rappresentare la Metro tranvia. Molti vorrebbero abitare a Cosenza, ma, in queste condizioni, non possono. Un sistema di trasporti veloce invece consente di invertire il trend. Non servono proclami e dichiarazioni di facciata sulla necessità di avvicinare Unical e area urbana. Un buon modo per iniziare un percorso virtuoso è la costruzione della Metro tranvia».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Reggio, al Museo seminario e mostra celebrativa in ricordo della Shoah
Prossimo Articolo
Prevenzione bullismo alla Cittadella con “MenoBulli PiùBelli”

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: