OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cultura e Spettacolo

Tramonti e leggende della Calabria per il fatidico sì

Il borgo di Chianalea di Scilla e la spiaggia dell’Arcomagno alcune tra le più suggestive location

di Redazione
venerdì 17 novembre 2017
14:56
12 condivisioni

Quanti penserebbero che c'è un turismo in Calabria legato al fatidico "per sempre"? Sono in molti a trasferirsi in diverse località calabresi per sposarsi davanti a un tramonto sulla costa viola o per seguire, su shakespeariana memoria, leggende di amori tormentati.

 

Dal borgo sul mare di Chianalea di Scilla all'Eremo di Santa Maria della Stella che sorge sul monte omonimo, nel territorio di Pazzano. O tra le reliquie di San Valentino all'interno del Convento dei Cappuccini di Belvedere Marittimo alla spiaggia dell'Arcomagno così denominata per lo straordinario arco naturale creato nella roccia.

 

E poi ci sono le leggende di amori tormentati finiti in tragedia sullo sfondo di luoghi come quella della famiglia Abenavoli dalla quale Pentedattilo prende il nome di "Mano del diavolo", e quella di Rachele De Nobili e Saverio Marincola a Catanzaro con la donna suora nel convento delle "Murate Vive". Ancora oggi c'è chi di notte sente la fanciulla lamentarsi nel Palazzo De Nobili, ora sede del Comune. (Ansa)

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: