OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cultura e Spettacolo

La senatrice Elena Cattaneo si racconta in un incontro ospitato nell'Università della Calabria

Biologa molecolare di fama internazionale, ha presentato il suo libro, edito da Mondadori, dal titolo “Ogni giorno. Tra scienza e politica”

di Salvatore Bruno
venerdì 10 marzo 2017
12:26
3 condivisioni
Elena Cattaneo all’Unical
Elena Cattaneo all’Unical

Racconta nel suo libro edito da Mondadori, dal titolo “Ogni giorno. Tra scienza e politica” come la sua vita sia cambiata da quando l'allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano la nominò nel 2013 senatrice a vita.

 

Elena Cattaneo, biologa molecolare, è stata ospite dell'Università della Calabria nel corso di una iniziativa presieduta dal rettore Gino Crisci, alla quale hanno partecipato i docenti Giuseppe Passarino, Francesco Raniolo e Luigi Palopoli.

 

La senatrice Cattaneo ha parlato dei suoi studi sulla corea di Huntington, una malattia neurologica causata da un gene mutato. Tra i banchi d Palazzo Madama la sua attività si è arricchita di una funzione pubblica e istituzionale fondamentale per poter restituire alla scienza, spesso bistrattata, lasciata priva di risorse ed abbandonata a se stessa, un ruolo di primo piano nel nostro paese. La senatrice è affiancata da un gruppo di esperti con competenze in diversi ambiti, dal diritto parlamentare ai rapporti con le istituzioni e con gli istituti scientifici con l'obiettivo di assistere le procedure legislative in materie delicate sul piano scientifico, come quella legata agli organismi geneticamente modificati.

 

Elena Cattaneo ha sottolineato quanto sia necessario in Italia un dibattito sui grandi temi che si avvalga del supporto della comunità scientifica: «Finché qualcuno non dimostrerà che esiste uno strumento migliore del metodo scientifico – dice - continuerò a usarlo e a battermi perché fatti, trasparenza e condivisione entrino nelle scelte politiche e nelle decisioni sull'uso delle risorse dei cittadini».

 

Salvatore Bruno

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Comunali’s Karma, il video-parodia sulle amministrative di Catanzaro spopola sul web (VIDEO)
Prossimo Articolo
Il feudo e la Torre in Motta Gioiosa: tutto pronto per l'evento della OrganizzaMundi
Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: