OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cultura e Spettacolo

Reggio, partono gli incontri sulla Calabria in età moderna

L’iniziativa si pone in continuità con i cicli di conferenze dal tema “La Calabria nel Medioevo” e “La Calabria nel Rinascimento”, conclusisi negli anni 2013-14 e 2014-15, e coordinati dai professori Francesca Martorano, Bruno Mussari e Giuseppina Scamardì

martedì 6 dicembre 2016
17:32
1 condivisioni

Il Laboratorio Cross, Storia dell’Architettura e Restauro, dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, con il patrocinio della Deputazione di Storia Patria per la Calabria e il Centro Studi sul Barocco in Calabria, avvia un ciclo di conferenze dedicato alla Calabria in età moderna, coordinato da Francesca Passalacqua. L’iniziativa si pone in continuità con i cicli di conferenze dal tema “La Calabria nel Medioevo” e “La Calabria nel Rinascimento”, conclusisi negli anni 2013-14 e 2014-15, e coordinati dai professori Francesca Martorano, Bruno Mussari e Giuseppina Scamardì. Si tratta di un ciclo di incontri in cui docenti, esperti e specialisti che si sono occupati del tema, possono offrire agli studiosi, agli studenti e ai cittadini interessati, l’occasione per riflettere e verificare quali esiti abbia avuto in Calabria il periodo storico che va dai primi anni del Seicento sino alle soglie dell’Ottocento.

 

Gli incontri successivi si protrarranno sino ad aprile 2017 e si svolgeranno in centro città con l’intento di un più ampio coinvolgimento di studiosi,istituzioni culturali cittadine come l’Archivio di Stato,la Soprintendenza ai beni culturali,Il Segretariato regionale beni culturali, le Diocesi, gli Enti locali e i rappresentanti di Associazioni culturali a carattere nazionale, per promuovere la valorizzazione del patrimonio artistico e architettonico regionale ormai noto agli addetti ai lavori ma in gran parte da recuperare e restituire alla fruizione di cittadini e turisti. Il ciclo si aprirà mercoledì 7 dicembre 2016 alle ore 10,00, presso l’Aula magna di Architettura dell’Università Mediterranea, con un primo incontro, che vedrà protagonisti la professoressa Marisa Cagliostro e gli architetti Mario Panarello e Dario Puntieri.

 

La professoressa Cagliostro, già docente di Storia dell’architettura presso l’Università Mediterranea e curatrice del volume sulla “Calabria” dell’Atlante del Barocco in Italia, diretto dal professore Marcello Fagiolo, affronterà il tema dell’architettura e arte barocca nel territorio calabrese, riferendo sullo stato degli studi e le possibili proposte di valorizzazione. Gli architetti Mario Panarello e Dario Puntieri, studiosi ed esperti del periodo storico preso in esame, relazioneranno sugli esiti del barocco romano e napoletano in Calabria e su alcuni esempi di architettura sacra calabrese tra Seicento e Settecento. 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Alcolismo, se ne parla a Soveria Mannelli
Prossimo Articolo
Festival “Transumanza. Medioevo e ruralità”: si parte

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: