OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cultura e Spettacolo

“Lievito madre. Il fermento del pane”: mostra fotografica al Museo di Crotone

Al centro del reportage di Andrea Imbrauglio la manualità e gli attrezzi utilizzati per la realizzazione di un alimento prezioso: il pane

martedì 17 gennaio 2017
17:44
5 condivisioni
Una fotografia della collezione esposta al Museo di Crotone
Una fotografia della collezione esposta al Museo di Crotone

Fino al 31 gennaio potrà essere visitata, al Museo Archeologico Nazionale di Crotone, la mostra fotografica “Lievito madre. Il fermento del pane”.

 

Si tratta di un appassionato reportage realizzato dal crotonese Andrea Imbrauglio. La panificazione, in particolare, rappresenta forse il ciclo produttivo più intrinsecamente congiunto alla vita umana, non solo perché fornisce il fondamento stesso dell'alimentazione, ma perché ha origine nell'intimo legame con tutte le culture del mondo mediterraneo.

 

Banale impasto di acqua e farina trasformato dal fuoco e dal lavoro dell'uomo in alimento, il pane rappresenta infatti nell'immaginario collettivo l'essenza di ogni nutrimento e la risorsa aggregante di ogni comunità, simbolo di unione e auspicio di fratellanza.

 

Al centro della mostra, la manualità e gli attrezzi utilizzati per la realizzazione di questo bene prezioso. Il Museo archeologico nazionale di Crotone afferente al Polo museale della Calabria, guidato da Angela Acordon, viene diretto da Gregorio Aversa. La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 31 gennaio 2017 e potrà essere visitata secondo il seguente orario: dalle 9.00 alle 19.30.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Matematica di Crotone premiata in Usa: «Pitagora può essere un'occasione di rinascita per la Calabria»
Prossimo Articolo
“Notre Dame de Paris”: nuova tappa a Cosenza

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: