OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cultura e Spettacolo

Cosenza: serata tra lirica, operetta e melodie napoletane

La manifestazione, curata dall’Associazione culturale “Polimnia”, nasce nell’ambito delle iniziative di supporto alle attività del Teatro Rendano

di Fiorenza  Gonzales
venerdì 23 dicembre 2016
18:28
1 condivisioni

Il prossimo 29 dicembre al teatro Rendano è in programma una serata in musica tra lirica, operetta e melodie napoletane.

 

La manifestazione curata dall’Associazione culturale “Polimnia”, nasce nell’ambito delle iniziative di supporto alle attività del Teatro Rendano, per la regia di Vincenzo Grisostomi Travaglini e la direzione artistica di Luigia Pastore. In scena artisti del panorama nazionale e locale tra cui i soprani Sarah Baratta, Maria Carmela Conti, Silia Valente, i tenori Andrea Tanzillo, Stefano Tanzillo e Federico Veltri, il baritono Luca Bruno, il basso brillante Alessandro Calamai, al pianoforte Andrea Bauleo e Luca Bruno.

 

Presente anche il coro di clarinetti del conservatorio “S. Giacomantonio” diretto dal maestro Giorgio Feroleto, il coro sol vox cantori diretto dal maestro Antonio Fratto e i danzatori del Teatro della Ginestra/Adac. Voci recitanti Rino Amato, Rosa Cardillo e Felicita Cinnante. L’evento nasce dalla volontà dell’Associazione Polimnia, che ha proposto al Sindaco, arch. Mario Occhiuto, di patrocinare il restauro completo del Sipario storico conservato nel Teatro Rendano, pregevole tela disegnata da Domenico Morelli ed eseguita da Paolo Vetri nel 1901, che illustra il festoso arrivo in Cosenza nel 1433 di Luigi III d’Angiò, Duca di Calabria, e della sua giovane sposa Margherita di Savoia. Il restauro verrà eseguito sotto l’egida della Soprintendenza, che ne curerà le varie fasi, secondo quanto previsto dalla normativa per i beni patrimonio della Città e sarà finanziato grazie alle attività proposte da Polimnia e previste per il 2016 /2017.

 

Un “Pastiche” che spazia nel tempo e nei luoghi a dimostrazione della universalità della cultura, da Mozart a Lehár, da Paisiello a Satie e senza dimenticare illustri compositori calabresi come Cilea: il teatro nel teatro come per il primo atto di “Adriana Lecouvreur”.

 

Previsti anche un narratore e un attore per unire insieme l’aggraziata, piacevole vicenda di una “folle serata” per il diletto di un pubblico che sarà stupito dalla sorpresa di trovarsi non solo ad un intrattenimento musicale, ma partecipe nello svolgersi di amori, passioni e infine tutti insieme nel lieto finale con l’immancabile brindisi in un elegante salotto. I costumi di scena sono stati curati da Otello Camponeschi e Fabrizio Onali, Coordinamento scenico Glenda Pirandello Sevald, consulenza Sisowath Ravivaddhana Monipong, Lighting designer Giovanni Pirandello, Aiuto regia Francesco Liuzzi.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Catanzaro, entra nel vivo la mostra dedicata a Leonardo
Prossimo Articolo
Aria di Natale a Lamezia, così la città si veste a festa (FOTO)
Fiorenza  Gonzales
Giornalista
E' giornalista professionista, laureata in Filosofia ed in Scienze della Comunicazione, ambedue con lode. Direttore responsabile di ottoentrenta.it, collabora con l’Università della Calabria dal 2003 tenendo seminari su Uffici Stampa e Comunicazione Pubblica. Nel 2007 ha curato il progetto di ricerca dell'Università della Calabria sulla "Comunicazione per le attività culturali" della Regione Calabria. Nella stessa Università, dove è cultore della materia in Storia del Giornalismo, ha tenuto lezioni su Comunicazione Pubblica ed Ufficio Stampa, Comunicazione e giornalismo, E-learning, Informazione giornalistica, Donne e giornalismo.   Ha iniziato a scrivere per passione che poi ha trasformato in un lavoro a tempo pieno. Referente territoriale per oltre un decennio di Datastampa, la più prestigiosa agenzia di rassegna stampa telematica italiana, si è formata nella redazione di Teleuropa Network, diventando il volto di punta dell’emittente televisiva calabrese. Tra le sue esperienze anche quella di curatrice dell’Ufficio Stampa di numerosi di numerosi enti ed eventi di cultura e spettacolo tra cui Moda Movie, manifestazione consolidata a livello internazionale. È stata, inoltre, addetto stampa del comune di Cosenza e direttore responsabile della TV Civica della stessa amministrazione. Ha curato l'Ufficio Stampa di candidati a sindaco per le campagne elettorali dei comuni nella provincia di Cosenza.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: