OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cultura e Spettacolo

Cosenza, il liceo “Telesio” presentato dagli studenti

L’istituto, l’offerta formativa, le attività didattiche e l’app della scuola saranno illustrate da chi vive in prima persona l’esperienza liceale

giovedì 26 gennaio 2017
08:39
3 condivisioni

Il 28 gennaio dalle 16 alle 20 al Liceo classico “Telesio” di Cosenza gli studenti saliranno in cattedra per presentare l'offerta formativa dello storico istituto. La scuola sarà raccontata proprio dagli studenti che la vivono quotidianamente.

 

Il dirigente scolastico Antonio Iaconianni si è così espresso: «Quando una scuola apre le porte al territorio è sempre un momento importante, di crescita e di confronto: noi del “Telesio” questo lo facciamo dal 1861, perché sin dalla sua fondazione è stato aperto a tanti giovani,  non solo cosentini, ma della provincia tutta». Ed è stato l’amore verso l’istituto da parte degli ex liceali e il loro successo professionale «il nostro migliore biglietto da visita».

 

Accanto all’indirizzo tradizionale, l’offerta formativa prevede  il Liceo classico Europeo (uno dei pochi in Italia) e, poi, la novità rappresentata dal Liceo classico Cambridge International School.

 

«Infine - ha concluso il dirigente scolastico - quest'anno le porte della nostra scuola non saranno semplicemente aperte, ma, mi si conceda la battuta, APP-erte, perché proprio nell'ottica di una scuola sempre più moderna e sempre più al passo con i tempi, presenteremo, a quanti vorranno passare con noi qualche ora, la nostra App, sottolineando che anche in questo siamo tra i primi in Italia».

 

La manifestazione, come rimarcato dalla docente referente dell'Orientamento del Liceo,  Daniela Filice, è indirizzata ai ragazzi che stanno per concludere il ciclo degli studi della scuola media inferiore e alle loro famiglie: «Rappresenta – ha specificato - il punto di arrivo di un lavoro in cordata e che si è realizzato attraverso una serie di attività finalizzate a orientare e promuovere una scelta consapevole  illustrando gli aspetti formativi degli studi classici».

 

g.d'a.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Disordini nella struttura sportiva “Scatolone” a Reggio, deferiti 16 migranti
Prossimo Articolo
Rapina a Cosenza, sfondano la saracinesca di un bar con l’auto

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: