OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cronaca

Zona economica speciale: Catanzaro, Crotone e Lamezia chiedono l'istituzione

Il confronto tra i tre sindaci è avvenuto nei giorni scorsi ed è sfociato in una lettera ufficiale indirizzata al presidente della giunta Mario Oliverio

di L. C.
mercoledì 6 settembre 2017
11:48
3 condivisioni
Il Comune di Catanzaro
Il Comune di Catanzaro

Una seconda zona economica speciale della Calabria, opportunità questa prevista dal Decreto Sud, sia istituita nell’area vasta Catanzaro-Crotone-Lamezia Terme. È quanto chiedono con forza – con un atto politico di straordinaria portata – i sindaci delle tre città, Sergio Abramo, Ugo Pugliese e Paolo Mascaro, con una lettera ufficiale indirizzata al presidente della giunta regionale Mario Oliverio.

 

La decisione di fare squadra è scaturita a conclusione di un lungo e approfondito incontro tra i tre sindaci, tenutosi nel capoluogo, a Palazzo De Nobili, al quale ha partecipato anche l’assessore alle attività produttive della città pitagorica, Sabrina Gentile.

 

Un vero e proprio patto tra le città (rispettivamente la seconda, la terza e la quinta per popolazione) che mira a rafforzare l’area centrale della Calabria attraverso i meccanismi di agevolazioni fiscali e semplificazioni amministrative previste dalla Zes. Meccanismi che – è stato sottolineato – potranno produrre nuovi investimenti, anche esteri, e quindi nuove opportunità di lavoro per i giovani.

 

Tocca ora alla Regione individuare una seconda Zes dopo quella, nei fatti già avviata, di Gioia Tauro, sottoponendo poi la proposta finale ai Ministeri competenti: della Coesione territoriale e Mezzogiorno e dello Sviluppo Economico.

 

l.c.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Sellia Marina, arrestato un 57enne per furto di energia elettrica
Prossimo Articolo
'Ndrangheta, De Raho: «Qui non si possono avere rapporti con altre persone»
L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: