OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cronaca

Resti umani nelle reti da pesca, macabra scoperta nel Cosentino

Il fatto è avvenuto nei pressi di Rocca Imperiale. I resti potrebbero appartenere ad un uomo scomparso nell’ottobre scorso nel Materano, durante una battuta di pesca

giovedì 16 marzo 2017
16:50
2 condivisioni

Alcuni pescatori hanno trovato nelle loro reti dei resti umani. Il fatto è avvenuto nello specchio di mare antistante Rocca Imperiale, nello Ionio cosentino.


Il peschereccio "Nicola Andrea", tirando a bordo le reti, ha trovato tra il pescato anche un cranio e alcune ossa che sembrerebbero appartenere ad un essere umano. I carabinieri della compagnia di Corigliano Calabro, subito avvertiti, hanno atteso il peschereccio al rientro in porto, sequestrando quanto rinvenuto. In attesa di riscontri, si ipotizza però che i resti possano appartenere ad un uomo scomparso nell'ottobre scorso nel vicino Materano, durante una battuta di pesca. (AGI)

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
‘Ndrangheta e Juventus: Agnelli verrà ascoltato dalla Commissione parlamentare antimafia
Prossimo Articolo
Ridotta in schiavitù e costretta a prostituirsi: arrestata una donna a San Ferdinando

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: