OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cronaca

Omicidio Lettieri, trovata coperta insanguinata nel vigneto dove lavorava Fuscaldo

E' l'ultimo elemento emerso dalle indagini. A rivelarlo il format di Rai Tre “Chi l'ha visto?”

di Tiziana Bagnato
lunedì 20 marzo 2017
16:13
44 condivisioni
Fuscaldo, accusato dell’omicidio di Antonella Lettieri
Fuscaldo, accusato dell’omicidio di Antonella Lettieri

Una coperta sporca di sangue è stata ritrovata in un vigneto adiacente a dove lavorava Salvatore Fuscaldo, il bracciante agricolo accusato dell’omicidio di Antonella Lettieri. A rivelarlo la trasmissione di Rai Tre “Chi l’ha visto?” che poco prima aveva, invece, diffuso la notizia del ritrovamento sotto il corpo della commessa di un portachiavi con l’effige della stessa associazione di caccia di Fuscaldo.

 

Sin dai primi istanti, vista la mancanza di segni di effrazione si era palesata l’ipotesi che l’assassino fosse entrato nell’appartamento quella maledetta sera dell’otto marzo sferzata da vento e pioggia, usando una copia della chiavi. Ora questo nuovo pezzo del puzzle che combacia alla perfezione con gli altri fino ad ora raccolti dagli investigatori nel percorso.

 

E’ pieno il profilo Facebook di Salvatore Fuscaldo, il vicino di casa, il caro amico e bracciante agricolo, di foto che lo immortalano in attività di caccia. I sospetti degli investigatori si sono diretti su di lui immediatamente, forse proprio amalgamando gli indizi e le testimonianze. Da un lato quel portachiavi appartenente ad un cacciatore iscritto alla sua stessa associazione, dall’altro quel rapporto morboso tra Antonella e Fuscaldo su cui tutto il paese aveva da ridire. E se le indagini confermeranno che l’assassino è lui si potrà dire che Fuscaldo ha lasciato sul luogo del delitto la sua firma. Ultimo particolare, emerso in queste ore, la presenza di tracce di sangue che sarebbero state rinvenute nella doccia di casa dell'uomo.

 

Tiziana Bagnato

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Scritte contro Don Ciotti e le forze dell’ordine a Locri, le reazioni
Prossimo Articolo
Sbancamenti non autorizzati: 4 denunce a Rocca Imperiale
Tiziana Bagnato
Giornalista
Lametina, laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Giornalismo alla Lumsa di Roma, Tiziana Bagnato ha sempre affiancato la carta stampata all’ambito televisivo. Dopo aver lavorato nell’emittente regionale Calabria Tv e per diversi anni per il quotidiano Calabria Ora, poi L’Ora della Calabria, è approdata nell’emittente St Television e sul quotidiano Il Garantista di cui è ancora firma. 

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: