OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cronaca

Un portachiavi riconducibile a Fuscaldo sotto il corpo di Antonella Lettieri

È quanto rende noto in un comunicato la trasmissione televisiva “Chi l’ha visto”. Al portachiavi, con il simbolo di una associazione di caccia, sarebbe attaccata un’unica chiava che aprirebbe la porta posteriore dell’abitazione della vittima

di Redazione
lunedì 20 marzo 2017
13:21
30 condivisioni
Antonella Lettieri
Antonella Lettieri

Un portachiavi con il simbolo di un’associazione di caccia è stato ritrovato dai carabinieri sotto il corpo di Antonella Lettieri, la 42enne di Ciró Marina uccisa nella sua abitazione di Via Cilea la sera dell'8 marzo. A renderlo noto, attraverso un comunicato stampa, la trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?”.


Al portachiavi è attaccata un'unica chiave, che apre la seconda entrata, quelle della porta posteriore, della casa di Antonella. Secondo gli inquirenti il portachiavi, che non è stato riconosciuto dai parenti e dagli amici della vittima, apparterrebbe a Salvatore Fuscaldo che, sul parabrezza della propria Alfa 156, ha un adesivo con la stessa effigie. 


Intanto in queste ore proseguono gli accertamenti sul cellulare della commessa 42enne brutalmente uccisa e sulle immagini catturate dalla telecamera di videosorveglianza di un vicino.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
A Locri scritte contro don Ciotti, il Comune replica con un manifesto corale
Prossimo Articolo
Violenza sessuale, un arresto a Sant’Eufemia d’Aspromonte

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: