OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cronaca

Fiera di San Giuseppe, sequestrate banconote false e capi di abbigliamento contraffatti

La Guardia di Finanza di Cosenza ha denunciato 20 persone per diversi reati. Circa 5 mila i beni sequestrati

di Francesco Pirillo
lunedì 20 marzo 2017
18:38
Condividi
Cosenza, sequestri Gdf
Cosenza, sequestri Gdf

La fiera di San Giuseppe si è conclusa con il sequestro di beni contraffatti o pericolosi per la salute del consumatore, banconote false e sostanze di stupefacenti. A renderlo noto la Guardia di Finanza di Cosenza. L’azione delle fiamme gialle è stata mirata alla prevenzione e al contrasto ai traffici illeciti, in particolare la commercializzazione di beni contraffatti in violazione alla normativa sulla sicurezza e tutela del consumatore e del diritto d’autore. Complessivamente sono stati controllati 600 soggetti e 484 automezzi e denunciate 20 persone per contraffazione e detenzione di banconote false. Circa 5mila i beni sequestrati, prevalentemente contraffatti, costituiti da borse, scarpe ed altri capi d’abbigliamento.

 

Sono stati sequestrati anche giocattoli per bambini sprovvisti delle etichette contenenti le indicazione sulla composizione merceologica e sul produttore, CD musicali e film in formato DVD privi, del marchio SIAE commercializzati in violazione della disciplina sul diritto d’autore. Riscontrato anche il possesso di numerose banconote false, pronte per essere messe in circolazione, da parte di venditori che sono stati sottoposti a controllo, denunciati ed allontanati dalla Fiera. Le false banconote sono state rinvenute all’interno di involucri di piccole dimensioni, accuratamente occultati sui capi d’abbigliamento indossati dai venditori, probabilmente destinate quale “resto” ad ignari acquirenti. Alcuni visitatori controllati sono stati trovati in possesso di sostanze stupefacenti per uso personale e segnalati all’Autorità competente.

 

Francesco Pirillo

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
L’accusa di De Stefano ai pm: «Cercate la verità, non un teorema»
Prossimo Articolo
Soccorsi 28mila migranti e sequestrati 192 kg di cocaina: il bilancio delle Fiamme gialle aeronavali

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: