OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cronaca

Femminicidio, Lamezia ricorda Adele Bruno

La giovane venne uccisa dal fidanzato il 30 ottobre del 2011. L’iniziativa all’istituto “Einaudi”

di Redazione
mercoledì 18 ottobre 2017
16:30
18 condivisioni

E' in programma per la mattina del 31 ottobre prossimo la manifestazione dal titolo "Donne e uomini che cambiano. Noi Adele Bruno la ricordiamo cosi'... " organizzata dall'associazione Ara e da "Donne insieme", un gruppo di professioniste lametine. L'iniziativa, che si terra' all'istituto professionale "Einaudi" di Lamezia Terme guidato dalla dirigente Rossana Costantino, vorra' essere un momento di riflessione collettiva contro la violenza sulle donne; in particolare sara' ricordata Adele Bruno, prima lametina vittima di femminicidio uccisa dal fidanzato il 30 ottobre del 2011.

Adele, che avrebbe compiuto 27 anni il giorno dopo la sua scomparsa, ha perso tragicamente ed ingiustamente la vita per mano di un assassino che le dichiarava amore. Le ferite inferte ad ogni singola donna da chi dice di essere l'uomo della sua vita ( marito, fidanzato, compagno) sono ferite aperte per tutte le donne e mai si chiuderanno. Il dolore si rinnova ad ogni violenza fisica, morale e psicologica subita da esseri indifesi ed innocenti: Adele era innocente ed indifesa.

L'iniziativa voluta dall'associazione Ara, in collaborazione con il gruppo "Donne insieme" e con il prezioso contributo dell'istituto Einaudi, iniziera' alle 9.30 alla presenza dei familiari di Adele Bruno. Protagonisti del momento di riflessione saranno gli studenti delle quarte e quinte classi che interagiranno con gli ospiti della manifestazione: Gianni Garofalo magistrato nonche' presidente lametino del Lions Club, la presidente nazionale dell'associazione Donne Medico, Caterina Ermio, la presidente della sezione lametina dell'associazione Donne Medico, Renata Tropea. A portare il saluto dell'Amministrazione comunale il sindaco di Lamezia, Paolo Mascaro. Ad introdurre il dibattito sara' Caterina Nero del gruppo "Donne insieme". Ospite della manifestazione l'oro mondiale di Karate e campionessa italiana 2017, Martina Di Cello. Parteciperanno all'incontro anche i giornalisti Terri Boemi, Paolo Giura, Vinicio Leonetti, Antonio Amatruda, Ferdinando Isabella e Nadia Donato. Alcuni studenti, insieme all'operatrice sociale Irene Sesto, leggeranno dei brani contro la violenza sulle donne. L'accompagnamento musicale sara' affidato al maestro Francesco Sinopoli. L'incontro sara' moderato dalla giornalista Maria Scaramuzzino. (AGI)

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Marcia indietro del soprintendente, revocato l’“editto” contro l’archeologa Corrado
Prossimo Articolo
Terremoto 3.7 al largo di Scalea

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: