OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cronaca

Accoltella la madre, poi chiama il vicino e confessa: fermato 37enne a Cosenza

La donna è stata soccorsa e portata in ospedale, dove versa in condizioni molto gravi. L’aggressione avvenuta al culmine di una lite

di Redazione
sabato 18 marzo 2017
11:40
Condividi
Il portone della casa in cui è avvenuto l’accoltellamento
Il portone della casa in cui è avvenuto l’accoltellamento

Un uomo di 37 anni, Valentino Amendola, ha tentato di uccidere la madre. Il fatto è avvenuto nella notte a Cosenza, in via Lucania, nel quartiere di via Panebianco, nel centro della città.

 

La vittima, 61 anni, è stata prima picchiata, nel corso di una lite con il figlio, che poi l'ha accoltellata alla gola. Poi sarebbe stato lo stesso aggressore a chiamare un parente e vicino di casa per confessare quanto aveva fatto. Il vicino ha chiamato la Polizia e il 118.

 

La donna è stata soccorsa e portata in ospedale, dove versa in condizioni molto gravi. L'aggressore è arrestato.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Sala scommesse abusiva a Rosarno: denunciate due persone
Prossimo Articolo
Lamezia, incendio nel campo rom di Scordovillo

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: