OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cronaca

Controlli a tappeto a San Pietro Lametino, tre arresti (NOMI-FOTO)

I Carabinieri di Lamezia Terme sono stati impegnati in un massiccio dispositivo teso alla prevenzione ed al contrasto dei reati contro il patrimonio

di L. C.
martedì 21 marzo 2017
16:29
5 condivisioni

Una serie di controlli a tappeto sono stati effettuati dalle prime ore di ieri mattina dai militari del comando Compagnia Carabinieri di Lamezia Terme, impiegati in un massiccio dispositivo teso al controllo del territorio ed in particolare alla prevenzione ed al contrasto dei reati contro il patrimonio nella zona di San Pietro Lametino, area periferica del comprensorio, ove insistono però realtà economiche e imprenditoriali importanti.

 

Nella circostanza sono state controllate decine di persone ed altrettanti veicoli. Sono state inoltre eseguite numerose perquisizioni locali, molte delle quali presso le palazzine popolari. A finire in manette Cosimo Damiano Bevilacqua di 22 anni, Mario Bevilacqua di 41 anni e Davide Bevilacqua di 19 anni., che sono stati altresì deferiti in stato di libertà unitamente ad un quarto soggetto, B.D. di 34 anni, per aver occupato abusivamente quattro alloggi del citato complesso popolare, avevano realizzato presso le rispettive abitazioni un bypass del contatore elettrico e, attraverso un apposito cablaggio opportunamente occultato sottotraccia, si rifornivano di elettricità direttamente dalla rete Enel, causando all’ente fornitore un danno stimato di circa 15.000 euro. Gli arrestati, a seguito di convalida, venivano sottoposti al regime degli arresti domiciliari.

 

 

l.c.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Incidenti mortali sulla Salerno Reggio: il pm chiede 13 rinvii a giudizio
Prossimo Articolo
Incidente a Rende, travolta da un camion: perde la vita una donna
L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: