OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cronaca

Consulenze d'oro all'Asp di Cosenza, Scarpelli condannato a due anni

Un anno e quattro mesi inflitti all'avvocato Nicola Gaetano, dieci mesi al fratello Dario

di Salvatore Bruno
giovedì 7 dicembre 2017
20:24
5 condivisioni

L’ex direttore generale dell’Azienda Sanitaria di Cosenza, Gianfranco Scarpelli, è stato condannato a due anni di reclusione e all’interdizione dai pubblici uffici per un anno, nell’ambito del processo sulle cosiddette “consulenze d’oro”. La sentenza è stata emessa dal tribunale di Cosenza.

 

Nei suoi confronti il pubblico ministero, Domenico Assumma, aveva chiesto quattro anni. Condannati anche i beneficiari delle consulenze. Inflitti un anno e quattro mesi, all’avvocato Nicola Gaetano mentre il fratello Dario Gaetano dovrà scontare dieci mesi. Assolti invece gli altri imputati: l’ex manager Franco Lucio Petramala, Franco Maria De Rose, Francesco Giovanni Lauricella, Maria Rita Iannini e Flavio Cedolia.

Come si ricorderà, il processo era scaturito dall’inchiesta sugli incarichi esterni per centinaia di migliaia di euro, attribuiti dall'Asp a professionisti esterni senza criteri di rotazione o bando ad evidenza pubblica.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
«L'incendio subito dall’azienda Le Agricole ordinato dalla 'ndrangheta»
Prossimo Articolo
Pecore sacre a Polistena, si dimette la consigliera fidanzata col pastore
Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: