OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cronaca

In casa con un fucile rubato e munizioni, arrestato un uomo nel Catanzarese

L’arma è risultata provento di furto in abitazione perpetrato nel mese di aprile 2015 in Salsomaggiore Terme

di L. C.
mercoledì 15 marzo 2017
18:30
3 condivisioni

Nella mattinata odierna, nel corso di un ampio servizio di controllo e rastrellamento finalizzato alla ricerca di armi, munizioni e materiale esplodente predisposto dalla Compagnia di Soverato, i Carabinieri della Stazione di Chiaravalle Centrale hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, Antonio Rei, 27enne del posto, ritenuto responsabile di detenzione illegale di armi, munizioni, stupefacenti e banconote false.

 

In particolare, i militari, all’esito di un’accurata perquisizione domiciliare eseguita presso l’abitazione dell’uomo, hanno rinvenuto un fucile semiautomatico, marca “Breda”, cal. 12, 250 cartucce di vario calibro, 1 caricatore cal. 7,65 vuoto, 2 contenitori contenenti pallini per carabina ad aria compressa, 100 grammi di marijuana, in parte già suddivisa in dosi, 11 semini di cannabis, 3 bilancini di precisione, 690 € falsi e 2 passamontagna neri.

 

Nella circostanza, l’arma è risultata provento di furto in abitazione, perpetrato nel mese di aprile 2015 in Salsomaggiore Terme (PR). Il suddetto materiale è stato posto sotto sequestro e verrà inviato presso il R.I.S di Messina e il L.A.S.S. di Vibo Valentia per gli accertamenti di rito. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Catanzaro-Siano, in attesa dell’udienza di convalida.

 

l.c.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Catanzaro, controlli in viale Isonzo: denunciate 5 persone
Prossimo Articolo
‘Ndrangheta: unico procedimento per il clan Tripodi di Vibo Marina
L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: