OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Cronaca

Acri, litiga con i parenti distrugge l’azienda di famiglia con un caterpillar: arrestato

Nel corso di una perquisizione veicolare a carico dell’uomo rinvenute anche pistola e cartucce detenute illegalmente. Il 46enne stato arrestato con l’accusa di minaccia, danneggiamento e porto abusivo di armi

di Redazione
mercoledì 22 marzo 2017
09:12
9 condivisioni
Il caterpillar utilizzato
Il caterpillar utilizzato

Nella scorsa nottata, ad Acri, i militari della Stazione Carabinieri di Acri, hanno tratto in arresto un 46enne cosentino per i reati di Minaccia, danneggiamento e porto abusivo di armi e munizioni.


L ’uomo, a causa di dissidi familiari, nella serata del 21 marzo 2017, dapprima avrebbe minacciato i propri parenti e successivamente si sarebbe recato sotto il capannone aziendale di famiglia dove, utilizzando un “Caterpillar 315” demoliva la recinzione esterna della citata azienda. L’azione violenta è stata interrotta solo dal tempestivo intervento dei militari operanti i quali hanno impedito che la situazione degenerasse ulteriormente.

 

Nel corso della perquisizione personale e veicolare a carico dell’uomo sono state rinvenute, occultate nel cruscotto della propria autovettura: una pistola cal. 9, 8 cartucce calibro 7.65 parabellum. L’arma ed il relativo munizionamento sono state poste sotto sequestro. L’arrestato, concluse le formalità di rito, è stato tradotto nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo fissato per la mattinata odierna.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Idee e progetti con il crowdfunding: a Paola due giorni di workshop
Prossimo Articolo
Irregolarità nella gestione del canile municipale di Reggio Calabria: un arresto

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: