OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Attualità

Registro tumori in Calabria, il 20 agosto un incontro informativo a Domanico

La proposta di legge presentata in Consiglio Regionale su iniziativa dei consiglieri Giuseppe Giudiceandrea, Michele Mirabello, Franco Sergio e Arturo Bova è stata approvata lo scorso 2 ottobre

martedì 16 agosto 2016
15:36
90 condivisioni

Sabato 20 agosto alle ore 18.30 si terrà presso il Bar Tre Monti di Potame, frazione del comune di Domanico (CS), un incontro informativo sulla recente istituzione del Registro Tumori della Regione Calabria.


La proposta di Legge per l'istituzione del Registro è stata presentata in Consiglio Regionale su iniziativa dei consiglieri Giuseppe Giudiceandrea, Michele Mirabello, Franco Sergio e Arturo Bova ed è stata approvata lo scorso 2 ottobre.

L'incontro sarà introdotto da Maria Cristina Guido. Interverranno Maurizio Alfano, della Regione Calabria e la Dott.ssa Anna Giorno, responsabile dell´Unità operativa Screening Oncologico e Registro Tumori dell´Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza.


Concluderà l'onorevole Giuseppe Giudiceandrea, consigliere capogruppo dei Democratici Progressisti della Regione Calabria.

L'istituzione del Registro Tumori darà possibilità di monitorare costantemente l'andamento delle malattie neoplastiche, verificarne la distribuzione sul territorio provinciale e le fasce di popolazione coinvolte, l'incidenza per tipologia, la dinamica temporale, al fine di programmare specifici interventi di prevenzione e programmazione sanitaria.



Cos'è il Registro Tumori - Il Registro Tumori raccoglie informazioni sui malati di cancro residenti in un determinato territorio ed è di fondamentale importanza per sorvegliare l'andamento della patologia oncologica.


Le informazioni raccolte includono il tipo di cancro diagnosticato, il nome, l'indirizzo, l'età e il sesso del malato, le condizioni cliniche in cui si trova, i trattamenti che ha ricevuto e sta ricevendo e l'evoluzione della malattia. Questi dati sono essenziali per la ricerca sulle cause del cancro, per la valutazione dei trattamenti più efficaci, per la progettazione di interventi di prevenzione e per la programmazione delle spese sanitarie.


Le informazioni registrate vengono archiviate e tutelate, assicurando adeguati standard di riservatezza, e sono vitali per la ricerca sul cancro: permettono di studiare le cause di alcuni tumori, di valutare l'eventuale impatto di fattori sociali o ambientali e di valutare l'efficacia dei programmi di prevenzione e di screening.


In Calabria la rete di Registri Tumori è formata dai centri di Cosenza-Crotone, Catanzaro-Vibo Valentia e Reggio Calabria, coordinate dal Centro di Coordinamento dei Registri Tumori Regionale che ha il compito di proporre soluzioni idonee al raggiungimento, in tempi brevi, dell'accreditamento all'Associazione italiana dei registri tumori (AIRTum) dei registri non ancora accreditati e di proporre opportuni studi per le valutazioni di merito dell'impatto del fenomeno cancro sull'ambiente. Inoltre, il Centro di coordinamento ha il compito di proporre ogni idonea azione finalizzata al miglioramento della prevenzione, della diagnosi e della terapia della patologia oncologica nel territorio della Regione Calabria, in sinergia con la Commissione regionale oncologica.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Tre escursionisti soccorsi sul Pollino
Prossimo Articolo
Il Comitato “Falerna – Acqua bene comune” presenta delibera di iniziativa popolare

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: