OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Attualità

Catanzaro, impianto rifiuti ad Alli: il Tar rigetta il ricorso della Daneco

La Regione Calabria aveva bandito una gara per la messa a punto di un impianto di valorizzazione e recupero dei rifiuti escludendo però l’Ati per mancanza del possesso dei requisiti

di Luana  Costa
giovedì 18 maggio 2017
15:12
4 condivisioni

È stato rigettato il ricorso con cui la Daneco, società che gestisce gli impianti di smaltimento di Alli, Lamezia Terme e Pianopoli, aveva impugnato un provvedimento della Regione Calabria che prevedeva la sua esclusione dalla procedura di gara relativa alla realizzazione dell'impianto di valorizzazione e recupero spinto di materie prime secondarie ottenute da raccolta differenziata e da rifiuti urbani indifferenziati da avviare alla filiera del riciclaggio con annessa piattaforma di valorizzazione della frazione organica da realizzare in località Alli nel comune di Catanzaro.

 

La società aveva, infatti, partecipato alla gara indetta dalla Regione Calabria in forma di associazione temporanea d’impresa costituita tra la Daneco Impianti, società mandataria, la Unieco Società Cooperativa, la Germani e l’Area Sud Milano rispettivamente in qualità di società mandanti. La stazione unica appaltante della Regione Calabria in fase di valutazione dei requisiti ha escluso l’Ati ritenendo che non vi fosse corrispondenza tra la quota di esecuzione di espletamento del servizio di ingegneria e la quota di qualificazione posseduta sia per il geologo individuato nella figura di Matteo Federico che per il professionista con comprovata esperienza nel campo impianti elettrici e dell’automazione, ingegnere Antonio Esposito, entrambi indicati come mandanti nel raggruppamento temporaneo di professionisti.

 

La Daneco ha quindi impugnato il provvedimento regionale dinnanzi al Tribunale amministrativo regionale valutando ingiustificata l’esclusione sostenendo che il raggruppamento temporaneo di progettisti possedeva, nel suo complesso, i requisiti richiesti e in nessuna sua parte la legge speciale di gara pretendeva la corrispondenza tra la quota di partecipazione e la quota di esecuzione.

 

La prima sezione del Tar (presidente Vincenzo Salamone, estensore Francesco Tallaro) ha però rigettato il ricorso condannando la Daneco Impianti al pagamento delle spese di lite nella misura di 2.500 euro oltre al rimborso delle spese generali nei confronti della Regione Calabria.

 

Luana Costa

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Cosenza, sinergie istituzionale per combattere usura e racket
Prossimo Articolo
Unical, è festa per la laurea di due detenuti
Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: