OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Attualità

Amantea, il caso della studentessa disabile esclusa dal viaggio di istruzione attenzionato dal Ministero

Una informativa sarebbe già arrivata nella capitale. Dalla scuola minimizzano: «Ci sono questioni più importanti di una gita»

di Salvatore Bruno
venerdì 19 maggio 2017
12:29
34 condivisioni

Sarebbe già arrivata sul tavolo del Ministro dell’Istruzione una informativa sull’incresciosa vicenda relativa alla esclusione di una ragazza 14enne, dal viaggio di istruzione di tre giorni, organizzato dall’istituto, una scuola media di Amantea, nella città di Palermo.

La studentessa, affetta dalla sindrome di Dandy-walker che non ne pregiudica la deambulazione, ha appreso della gita soltanto ieri mattina quando, giunta a scuola accompagnata dalla madre, non ha trovato i compagni di classe, partiti appena qualche ora prima. Nessun commento ufficiale è giunto per adesso dall’istituto scolastico.

 

«La dirigente è impegnata fuori sede - ci riferisce al telefono una persona che si qualifica come segretaria della scuola - per risolvere alcune criticità di organico. Una questione più importante di una gita scolastica».

Salvatore Bruno

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Catanzaro, nuovi stabilimenti balneari: esclusi 11 operatori. Alto il rischio ricorsi
Prossimo Articolo
Confindustria Cosenza premia le idee di impresa degli studenti
Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: