OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
Antonella Mangano

La frutta, che schifo! Meglio una bella zolla di terra da sgranocchiare mentre mamma e papà non guardano

Quando i nostri bimbi rifiutano testardamente tutto ciò che fa davvero bene diventa quasi impossibile riuscire a convincerli

di Antonella  Mangano
lunedì 4 dicembre 2017
13:22
85 condivisioni
Mia, vestita da fragola anche se le odia
Mia, vestita da fragola anche se le odia

Mia non mangia la frutta. Ha tre anni e mezzo e l'unica cosa alla quale dà un morso distratto è la banana. Per il resto non mangia frutta.
Quando la sua maestra preferita le chiede per favore, di farla contenta, lei la mette in bocca, finge di masticarla ma la sputa. Schifata. Ma con eleganza (una cosa non le manca: la classe. Fa tutto con atteggiamento snob. È proprio vero, signori si nasce).

 


Fino a qualche tempo fa, ovviavo con gli omogeneizzati, ma ora rifiuta anche quelli. Nemmeno quando il papà fa il vocione, mangia la frutta. Nemmeno se cerco di fargliela mangiare di nascosto. Faccio la torta di mele? Frullo un po' di mele nell'impasto. Lo sgama. Riesce a mangiare il pan di Spagna scevro da ogni vitamina.
A maggio (il suo mese. Difatti la chiamo fragolina) faccio la fragolata con panna. Lei le fragole, del resto, le ama. Le trova molto belle. Adora proprio che io la chiami fragolina.
Al suo secondo carnevale l'ho vestita da fatina delle fragole.
Dicevo, faccio la fragolata con panna. Ci metto anche tanto zucchero affinché non le risulti acidognola. Le nascondo la prima fragola nella panna. Affinché non la veda proprio. Tutti, ma proprio tutti, amano la fragolata con panna.

 


Mette in bocca, comincia a masticare e all'improvviso mi guarda, adirata, delusa e sconvolta e sputa la fragolata. Dicendomi "non si fa"!
Dopo pochi minuti vado a stendere il bucato, sul balcone in cui ho un piccolo orto in vaso. La sento stranamente silenziosa. La chiamo, si gira, ed ha la bocca sporca di cioccolato. Grido al papà, dal balcone, che non le andava dato il cioccolato per punizione e lui mi raggiunge e mi dice che non l'ha fatto. Mentre ci chiediamo dove l'abbia preso ci accorgiamo che sta mangiando la terra del vaso.
Quando diventi mamma scopri che un essere vivente può rifiutare schifata una deliziosa fragolata. Per poi mangiare con gusto una zolla di terra coltivata.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Articolo Precedente
Mamme inchinatevi a sua maestà La Pupù, che quando scappa scappa
Prossimo Articolo
A Natale ti sveni per regali costosi, ma poi per loro conta solo il peluche comprato dai cinesi
Antonella  Mangano
Giornalista
Ciao, mi chiamo Antonella Mangano, sono una mamma, una donna, una zia, una moglie, una delle admin della pagina MaCs - Mamme a Cosenza e scrivo. Scrivo sempre, anche quando non dovrei farlo. Scrivo per il mio blog www.lamangano.com, scrivo su MaCs, ho scritto un libro, ne sto scrivendo un altro, scrivo su Facebook, scrivo su Whatsapp, scrivo soprattutto quando la mia piccola Mia me lo consente e da oggi scrivo anche qui. Nel dettaglio, scrivo del mio essere mamma. La più bella esperienza che possa capitare di scrivere a chi, come me, ama condividere.

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: