OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
In Primo Piano
martedì 10 gennaio 2017 | 15:35
Dall’esame autoptico – fanno sapere i familiari della vittima - risulta una lacerazione della milza. Sarebbe questa la vera causa della morte e non un aneurisma addominale come era emerso in un primo momento.
In Evidenza
Reggio, il bilancio dell'Arma

Risultati esaltanti sotto il profilo repressivo, con oltre 1000 arresti, ma anche tanta prevenzione, per assicurare maggiore tranquillità a tutti i reggini.

giovedì 29 dicembre 2016 | 17:21
La seconda laurea dell’ex ‘ndranghetista

Si tratta di Giuseppe Barreca, condannato ventisei anni fa al carcere a vita. Ora, con la seconda laurea in Comunicazione istituzionale e la pubblicazione su un volume scientifico, l’ex appartenente alla ‘ndrangheta si riscatta e sogna la libertà

mercoledì 28 dicembre 2016 | 09:55
Rapina sventata a Reggio

Erano certi di aver individuato una preda facile da rapinare. Ma la pronta reazione della vittima ed il tempestivo intervento della Polizia hanno mandato all'aria i piani di due criminali, arrestati nella notte scorsa

di Consolato Minniti
sabato 3 dicembre 2016 | 17:32
Pagina 2 >
Editoriale
Celebrata a Simeri Crichi, in provincia di Catanzaro, la Marcia della pace

«Il destino della pace si decide nel cuore dell’uomo, poiché uomini senza pace non costruiranno mai un’umanità di pace. Non basta non essere violenti bisogna praticare la nonviolenza attiva» ha affermato monsignor Vincenzo Bertolone, arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace

Riflessione su Gratteri, la politica e lo stato della Giustizia

Il processo penale deve essere velocizzato al più presto, non soltanto per impedire ai colpevoli di sfuggire alla giustizia grazie alla prescrizione ma, soprattutto, a mio avviso, per garantire agli innocenti finiti nel girone infernale della giustizia italiana di riscattare la propria onorabilità rapidamente, una preoccupazione che, personalmente, non ritrovo nel ragionamento del dott. Gratteri. Un limite quello del Procuratore, forse dettato dal fatto che la sua vita è stata spesa prevalentemente sul fronte della magistratura inquirente.

Seguici su
  PODCAST TG
Home
Cultura e Spettacolo
lunedì 23 gennaio 2017 | 15:34
Penelope e Lidu contro il femminicidio

Cerimonia di consegna del premio vinto dalla scuola Garibaldi di Vibo Valentia nel concorso indetto dalle associazioni Penelope e Lidu sulla figura femminile

Lactv.it © - LACNEWS24 - La Calabria che fa notizia
Dir. Resp. Pasquale Motta