OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.

Estirpano piante e deviano il corso di un torrente nel Cosentino: denunciati

Si tratta di un imprenditore di Acri e di due operai di nazionalità bulgara. I lavori eseguiti senza alcuna autorizzazione

di Salvatore Bruno
venerdì 19 maggio 2017 | 15:48
Sequestro ad Acri
Sequestro ad Acri

I carabinieri forestali di Acri hanno posto sotto sequestro un’area in località “Colavecchio” nel Comune di Vaccarizzo Albanese e deferito all’autorità giudiziaria tre persone: il titolare di una ditta boschiva di Acri e due operai di nazionalità bulgara. I militari hanno accertato la realizzazione di una pista forestale lunga 137 metri circa e larga tre metri e mezzo all'interno di un'area boscata.

Dalle indagini è emerso che le tre persone denunciate hanno estirpato e trafugato le specie forestali radicate lungo il percorso effettuando i lavori senza alcuna autorizzazione e senza nulla osta paesaggistico, procedendo addirittura alla deviazione del corso del torrente Colavecchio mediante un tubo in pvc inadatto a sostenere il flusso dell'acqua e potenzialmente pericoloso sul piano idrogeologico per l’intera area.

Salvatore Bruno

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:
TAG:
Seguici su
Lactv.it © - LACNEWS24 - La Calabria che fa notizia
Dir. Resp. Pasquale Motta