OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
furto armi reggio calabria

Furto e armi: un arresto e 5 denunce nel Reggino (VIDEO)

Continuano i controlli straordinari del territorio disposti dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri e dallo Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”

giovedì 18 maggio 2017 | 10:45

Continuano i servizi di controllo straordinario del territorio disposti dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri, effettuati unitamente ai colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”. Negli ultimi giorni sono state passate al setaccio le aree più “degradate” dei maggiori centri della locride ove maggiore è la percentuale di soggetti dediti ad attività criminali e in particolare quelli della zona nord, ricadenti nelle vallate del “Torbido” e dell’”Allaro” e dello “Stilaro”. In tale ambito i Carabinieri hanno eseguito numerose perquisizione personali, veicolari e domiciliari.

I Carabinieri della Stazione di Roccella Jonica hanno arrestato, Nicola Ollio, 53enne del posto, in ottemperanza a un ordine di sospensione dell’affidamento in prova e ripristino della carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina, dovendo, egli, scontare la pena residua di 1 anno 6 mesi di reclusione, poiché riconosciuto colpevole di truffa. Il provvedimento restrittivo è stato consequenziale alla violazione degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria, atteso che l’Ollio, nonostante il divieto di allontanamento dalla Provincia di Reggio Calabria, qualche giorno fa è stato sorpreso a Lamezia Terme. E’ stato quindi condotto nella Casa circondariale di Locri.

I Carabinieri della Stazione di Stilo hanno denunciato un 19enne del posto per detenzione abusiva di munizioni. Nel corso di una perquisizione domiciliare, i Carabinieri hanno rinvenuto alcune cartucce cal. 12 trovate all’interno di un forno a legna di sua proprietà.

I Carabinieri della Stazione di Gioiosa Jonica hanno denunciato: un 63enne del posto per furto di acqua. I Carabinieri hanno accertato presso la sua abitazione la realizzazione di un allaccio abusivo alla rete idrica comunale; un 45enne del posto, per violazione degli obblighi relativi alla Sorveglianza Speciale di P.S.. L’uomo, in atto sottoposto alla citata misura di prevenzione, è stato sorpreso alla guida di un motocoltivatore di sua proprietà, sprovvisto di targa e assicurazione Rca.

Quindi, i Carabinieri della Stazione di Caulonia hanno denunciato un 49enne del posto, per guida in stato di ebrezza alcolica. L’uomo, nel corso di un controllo alla circolazione stradale è stato sorpreso alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico oltre i limiti consentiti dalla legge. I militari della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno denunciato una 72enne del posto per furto di energia elettrica. Nel corso di un controllo presso la sua abitazione, i Carabinieri hanno accertato la realizzazione di un allaccio abusivo alla rete elettrica. Infine, in Località Migliuso del Comune di Caulonia, nel corso di un rastrellamento sono stati rinvenuti 2 fucili cl. 36 con matricola punzonata a numerose munizioni dello stesso calibro. Gli stessi erano stati abilmente occultati all’interno di un tubo di plastica celato tra la fitta vegetazione.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:
Seguici su
Lactv.it © - LACNEWS24 - La Calabria che fa notizia
Dir. Resp. Pasquale Motta