OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
rizziconi reggio calabria

Rizziconi, investe un vicino con l'auto: un fermo per tentato omicidio

Dopo un litigio per futili motivi un 53enne avrebbe fatto inversione a bordo della propria auto investendo a velocità sostenuta la vittima

martedì 18 aprile 2017 | 18:30

Avrebbe investito un uomo dopo una lite per motivi di vicinato. Con l'accusa di tentato omicidio i carabinieri hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un uomo di 53 anni, Salvatore Ianni', di Rizziconi, in provincia di Reggio Calabria. I fatti risalgono a sabato pomeriggio, quando i carabinieri sono stati allertati per un incidente in via Canova che aveva visto coinvolto un pedone.

 

Dopo avere raggiunto il pronto soccorso dell'ospedale di Polistena, dove l'uomo era stato condotto dal 118 per fratture e ferite plurime, i carabinieri hanno compreso che non si trattava di un semplice incidente stradale, ma di un gesto volontario. I militari hanno sentito alcuni testimoni, compresa la vittima, e sono immediatamente scattate le ricerche del presunto responsabile, che nel frattempo si era reso irreperibile. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, dopo un litigio verbale per motivi futili, riconducibile molto probabilmente a rapporti di vicinato, nell'allontanarsi dal luogo della lite, Ianni' avrebbe fatto inversione a bordo della propria auto e investendo a velocita' sostenuta la vittima, un 51enne.

 

Dopo due ore di ricerche i carabinieri hanno rinvenuto, in una casa in costruzione riconducibile a Ianni', l'auto, con evidenti segni sulla carrozzeria ed al parabrezza anteriore, la vettura e' stata sottoposta a sequestro probatorio. Nella tarda serata di domenica, Ianni' si e' presentato ai carabinieri della Caserma di Rizziconi, diretta dal maresciallo capo Giuseppe Sozio.

 

L'uomo e' stato interrogato dal pm di turno della Procura di Palmi alla presenza del suo avvocato di fiducia, ha ammesso gli addebiti mossigli e a suo carico, ed e' stato disposto il fermo di indiziato di delitto e il 53enne e' stato quindi associato presso la casa circondariale di Palmi. Stamani il gip ha disposto l'applicazione della misura cautelare della custodia in carcere.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:
Seguici su
Lactv.it © - LACNEWS24 - La Calabria che fa notizia
Dir. Resp. Pasquale Motta