OK
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all´uso dei cookie.
catanzaro gara presepi carcere di siano

Al carcere di Siano la gara dei presepi realizzati dai detenuti

La cerimonia di premiazione della gara si svolgerà anche quest’anno, alla casa circondariale di Catanzaro, martedì 20 dicembre e avrà come filo conduttore il messaggio “Natale senza barriere”

lunedì 19 dicembre 2016 | 12:25

L’Amministrazione penitenziaria della Casa Circondariale “Ugo Caridi” di Catanzaro ha organizzato “Il Natale , fraternità senza barriere”, con il concorso  “Il messaggio dei Presepi”.

L’iniziativa, rappresenta la seconda edizione di un evento, svoltosi in via sperimentale lo scorso anno, che ha riscosso un enorme successo, dove i protagonisti sono i meravigliosi presepi realizzati, completamente a mano, dai detenuti ospiti del carcere di Siano. La cerimonia di premiazione della gara dei presepi realizzati dai detenuti, si svolgerà anche quest’anno, presso il Carcere di Catanzaro, martedì 20 dicembre alle ore 15.30, e avrà come filo conduttore il messaggio “Natale senza barriere”.

Verranno premiati i tre presepi ritenuti più meritevoli dalla giuria composta da Nicola Siciliani de Cumis, Pedagogista, Isolina Mantelli, Presidente del Centro Calebrese di Solidarietà, Antonio Montuoro, Presidente Associazione Teuria, Vincenzo Ursini, Presidente Accademia Bronzi, Romano Pitaro, giornalista, Michele Affidato, orafo. Il concorso si svolgerà grazie al sostegno ed alla collaborazione della Consoli dal di Catanzaro il cui presidente Teresa Gualtieri, ha rinnovato anche per l’anno in corso, con entusiasmo e passione la disponibilità di tutti i soci. Il rapporto con il penitenziario di Catanzaro nelle intenzioni del Presidente Gualtieri non deve essere occasionale ma continuo e assiduo. Per il Direttore del Penitenziario, Angela Paravati, le sinergie con la Consolidal ha arricchito la struttura e ha permesso l’attuazione di importanti iniziative.

L’idea di impegnare i detenuti nella realizzazione dei presepi, che rappresentano una radicata tradizione, è stata molto apprezzata dall’osservatorio Falcone-Borsellino-Scopelliti di Soverato, il cui Presidente Carlo Mellea, da anni impegnato della diffusione della cultura della legalità, ha voluto patrocinare l’iniziativa.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:
Seguici su
Lactv.it © - LACNEWS24 - La Calabria che fa notizia
Dir. Resp. Pasquale Motta